mercoledì 15 gennaio 2014

Banana Bread senza uova e senza glutine

Come ho detto più volte, io amo molto sperimentare in cucina.
L'allergia all'uovo di Binotto mi ha indotta a cercare di cucinare dolci privi di questo ingrediente.
Adesso che abbiamo scoperto anche celiachia e allergia al grano, cerco di creare dolci privi di glutine.
Bicci non li mangia... ma se un giorno dovesse decidere di assaggiarli potrò accontentarlo.


La ricetta originale di questo banana bread si trova sul libro - bellissimo - di Trish DeseineI love Torte”.
La mia versione è:

Ingredienti

100 gr uvetta
75 ml (una tazza circa) di acqua
100 gr farina di riso integrale
80 gr farina di grano saraceno integrale
2 cucchiaini di lievito naturale per dolci
100 gr di burro fuso
100 gr zucchero di canna chiaro (va bene anche quello scuro)
mezzo bicchiere (o poco più) di latte di riso
300 gr banane (peso senza buccia) molto mature
1 cucchiaino di vaniglia in polvere

Scaldate l'acqua e mettete l'uvetta a bagno finché non sarete pronte con l'impasto. Sgocciolatela prima di utilizzarla.
Scaldate il forno ventilato a 180°.
Mettete lo zucchero e il burro fuso in una ciotola e sbattete bene con un cucchiaio di legno. Aggiungete il latte di riso gradualmente mescolando, poi le banane schiacciate e amalgamate bene gli ingredienti.
Unite l'uvetta strizzata, la polvere di vaniglia, la farina e il lievito.
Mescolate fino ad ottenere un impasto omogeneo.
Versate il composto nello stampo da plum cake foderato di carta forno e cuocete circa 1 ora e 30 minuti.
Fate la prova stecchino per verificare la cottura.
Togliete dal forno e lasciate raffreddare nello stampo.


Questo dolce, mentre cuoce, sprigiona un profumo meraviglioso di vaniglia, che io adoro.


Buon mercoledì! (siamo a metà settimana)






20 commenti:

  1. Ciao! Ti ho nominata per il premio Liebster Award :) ed un bacio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao e grazie infinite!
      Bacio a te!
      :-)

      Elimina
  2. Mannaggia...io proprio non amo la banana :-( ma si sente molto il sapore? Immagino di si...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, si sente. Ma puoi usare la polpa di altra frutta a tuo gusto.
      :-)

      Elimina
  3. Mio nipotino sta facendo le prove per la celiachia e....adora la banana :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi spiace per il piccolo...
      In ogni caso penso che questo tipo di dolci siano un'alternativa leggera buona per tutti:-)

      Elimina
  4. Curiosissima questa ricetta... veramente interessante... gnammm...

    RispondiElimina
  5. Immagino che profumo e che bontà! :)
    Un bacione!

    RispondiElimina
  6. da un paio di mesi abbiamo iniziato la dieta del gruppo sanguigno, dopo esserci documentati abbiamo capito che siamo tutti un po' celiaci, soffrivamo di reflusso e mal di testa sempre più frequenti, dolori alle articolazioni e stanchezza perenne. In pratica ci stavamo uccidendo con la farina biologica integrale (glutine concentrato!), che impastavo a chili... ti rubo la ricetta che mi sembra molto appetitosa ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quello che racconti mi incuriosisce e mi interessa.
      Ti scriverò per capire meglio:-)

      Elimina
  7. Anche noi in casa Tabata abbiamo qualche problemino col glutine... E anche noi siamo diventati maestri nel creare dolci a base di farina di riso e di grano saraceno! Io spesso non faccio che prendere ricette tradizionali e convertire la quantità di farina tradizionale con metà di riso e metà di saraceno e spesso il risultato è davvero strepitoso (certo, non sempre...). Di sicuro questa è da provare, grazie!. Ti saprò dire ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mmm ma sai che io ho il dubbio che il glutine crei qualche problemino a tante persone?
      La mia riconversione delle ricette è "aggravata" dal fatto che Binotto è anche allergico all'uovo, e quindi occorre trovare un "collante" sostitutivo...
      Fammi sapere, che son curiosa:-)

      Elimina
    2. Assolutamente! Il glutine è responsabile di moltissimi malesseri, e spesso la gente vive un'intera esistenza senza neanche sospettarlo... (io stessa ho scoperto la mia intolleranza per caso, indagando su un altro tema). negli ultimi tempi sto leggendo un po' di libri su dieta del gruppo sanguigno e paleo. Sarà un caso che in entrambe il glutine venga praticamente demonizzato?

      Elimina
    3. E due che mi parlate di dieta del gruppo sanguigno. Mi informerò in rete...ma vorreste suggerire un buon libro sull'argomento anche a me?

      Elimina
  8. che ricetta fantastica! non solo per chi ha problemi di allergia!
    grazie mille, appena possibile proverò (!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! forse tra qualche mese!!!!!!!!!!!!!!) ihihihihihi

    RispondiElimina
  9. Qui in famiglia MotoPerpetuo non abbiamo problemi di intolleranze e allergie alimentari, però leggo sempre più spesso che dovremmo tutti ridurre gli alimenti con glutine per il fatto che i nostri grani ormai sono tutti in qualche modo ogm ed è questo il più sospettato fattore scatenante di molti problemi.
    Perciò ho iniziato ad alternare la pasta tradizionale con quella di farro o con quella mista (grano duro e altri cereali), uso la farina di farro, avena, riso, grano saraceno, sempre miscelata con altre tradizionali e...proverò presto il tuo banana bread !
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Variare è sempre un buon metodo Verdiana, però fai attenzione perché anche farro e avena contengono glutine...
      Fammi sapere come è venuto il dolce!
      Abbraccione!
      :-)

      Elimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...